Pagine

sabato 29 gennaio 2011

Cassetti ad accesso libero


I Cassetti sono stati un passo avanti fondamentale per l'autonomia del lavoro di homeschooling sia per Superbimba (4,5 anni) che per Sorellina (2 tra pochi giorni!).
Da poco sono arrivati anche quelli in plastica che hanno completato il blocco-cassetti.
Questo mobiletto si trova in cucina, tra lavello e frigorifero (dove dovrebbe esserci la lavastoviglie, che non ci stava per via del frigo!).









Non ho speso nulla, si tratta di un mobile che avanzava dallo sgombero di un ufficio. Considerato che la nostra casa è prorpio mignon (vedi http://lascuoladeigenitori.blogspot.com/2011/01/la-nostra-casa.html ), non solo ho riempito un buco che altrimenti sarebbe rimasto vuoto, ma ho creato uno spazio autonomo per le bambine.


Contenuto dall'alto al basso.

Cassettino in plastica di Sorellina: contiene album o schede con lettere, numeri, esercizi di logica al suo livello.

Cassettino in plastica di Superbimba: stessa cosa, ovviamente, al suo livello.

Cassetto dei COLORI: matite, pennarelli e cere, due magliette vecchie del papà da indossare quando c'è da sporcarsi. C'è anche una scatolina di cartone per i tappi dei pennarelli vecchi: visto che che a qualcuno il tappo manca sempre, teniamo qualche tappo in più!

Cassetto dei FOGLI: ovviamente, contiene fogli bianchi. A volte metto dei fogli a griglia per scrivere in stampatello maiuscolo ( http://lascuoladeigenitori.blogspot.com/2010/09/caselle-per-scrivere-le-lettere.html ).

Cassetto degli ALBUM:ci sono album nuovi da colorare, album vecchi da ritagliare, album con disegni tratteggiati da ripassare. Il materiale è di entrambi i livelli, mescolato.

Cassetto dei CAPOLAVORI: contiene due cartelline, una per ciascuna, dove le bambine mettono i loro disegni quando sono terminati.

Questo materiale è a disposizione sempre e loro lo prendono e "lavorano" senza dovermi chiedere nulla. "Lavorano" anche quando io non sono in casa personalmente. In breve sono diventate responsabili di questi cassetti. Mi avvertono quando finiscono i fogli, gettano via i pennarelli consumati (salvando i tappi!), ripongono da sole i loro capolavori e quando è il momento di pulirli partecipano a questa operazione di cui hanno imparato la sequenza: svuotare, passare con una spugna umida, asciugare con un panno, riempire di nuovo.

2 commenti:

palmy ha detto...

Che bella idea che hai avuto...

IlpuntoB ha detto...

fantastico!
complimenti!