Pagine

venerdì 26 marzo 2010

L'anno scolastico non è ancora finito, infatti...

http://www.corriere.it/cronache/10_marzo_26/violenze-asilo-ferrara_ae9fd736-38c6-11df-97c8-00144f02aabe.shtml


C'è di positivo che il dirigente ha chiesto ed ottenuto le dimissioni dell'insegnante. Almeno questo.
Avevo resistito fino ad ora, ma quest'anno è stato particolarmente nefasto per la scuola: questi episodi meritano una sezione in questo blog. Devo solo trovare il nome giusto per l'etichetta...

4 commenti:

Mamma e Mimma ha detto...

Sono sempre notizie che lasciano con l'amaro in bocca...quando la gente ne parla prima si scandalizza e poi si placa la coscienza dicendo"comunque sono casi isolati,quell'insegnante doveva avere dei problemi,mica sono tutti cosi.."in parte sono cose vere,certo,ma ho l'impressione che non siano tanto rari come episodi senza contare che a chi capita un'esperienza del genere lascia delle cicatrici profonde,difficili da cancellare...

una mamma ha detto...

Cara Mamma e Mimma,
quest'anno è iniziato con il caso del Nido di Pistoia, poi in gennaio ho raccolto articoli su tentati suicidi... sto preparando una sezione apposta del blog.
Mi seccava essere catastrofista perchè io non sono contro la scuola in assoluto, ma insomma.. almeno per chi non ha scelta, bisogna potersi fidare di dove mettiamo i bambini!

una mamma ha detto...

mi commuove molto che le vittime spesso non parlano, sono gli altri bambini che hanno visto e lo raccontano ai loro genitori che poi lo raccontano ai genitori della vittima

Sarah ha detto...

Non ho mai visto qualcosa cosi serio, pero ho smesso da lavora neele scuole perchai il "malessere" era troppo forte da supportare senza andare in depressione.

Sono una insegnate nata, lo faccio perchai conta per me, sul un livello educativo, ma anche sul un livello pastorale.

Non é possibilie sentirti cosi e lavora dentro il "fabbrico di lavora statale".

Non posso dire questo in Italiano, forse non suona, ma ho pensato a lungo che i posti di lavoro sono il priorita e come una resulta

"The children are considered a necessary evil"